Codifica dei livelli di segnale

Ti piace la robotica? Arduino e Raspberry sono i primi strumenti da saper utilizzare! Prova le tue creazioni e condividile in questa sezione!

Moderatore: Moderatore in prova

Avatar utente
Giuseppe La Gualano
Founder
Founder
Messaggi: 568
Contatta:

Codifica dei livelli di segnale

Messaggio#1 » 30/09/2015, 0:54

Codifica dei livelli di segnale
Lo scopo dell'elettronica digitale in un diagramma a blocchi (vedi la spiegazione) è soprattutto occuparsi del così detto "Blocco di Elaborazione", che vedremo nelle prossime rubriche. Questo vuol dire che non ci occuperemo della realizzazione fisica di circuiti digitali, ma dell'ingegno delle "Reti Logiche".
In effetti non specificheremo nelle singole guide tutti gli approfondimenti, ma nei commenti di ogni post verranno inseriti contenuti utili, discussioni e altro ancora!

Parleremo del digitale, quindi come primo requisito è necessario conoscere bene la "Codifica Binaria".

Immagine

Quando l'obbiettivo è la precisione, un segnale analogico risulta molto scomodo in quanto può assumere valori non voluti per colpa dei "disturbi di segnale".
L'esempio di un disturbo di segnale è la presenza della polvere su un disco in vinile.

Questo problema si è ovviato utilizzando segnali digitali.
Come detto sopra, il segnale digitale non è altro che il segnale binario, che garantisce la massima robustezza possibile in variabili prestabilite. Appunto il binario poichè è più semplice gestire due casi (0 e 1) anziché molti di più.

Ad esempio codificando 8 livelli di segnale, sapendo che il peso del bit sarà (2^3 = 8) quindi avremo la prima fila peso 4, la seconda peso 2 e la terza peso 1.
In dettaglio:

(4) (2) (1)
0 0 0 0
1 0 0 1
2 0 1 0
3 0 1 1
4 1 0 0
5 1 0 1
6 1 1 0
7 1 1 1


Ma cos'è, quindi, che accade nel disturbo di segnale??

Prendendo per esempio:
A = 000

Sappiamo per progettazione che la verifica della ricezione corretta del segnale è data dai primi due, quindi A sarà uguale a 00.

Nel momento in cui avviene un disturbo, si potrebbe verificare che A sia uguale a 10 .

In termini pratici, se avessi 3 lampadine delle quali una accesa e due spente (Es. 010), il disturbo potrebbe interagire sulla prima lampadina (disturbo elettromagnetico ad esempio) e dare come risultato due lampadine accese e una spenta (110 o 011).

Questo poi lo vedremo in maniera più approfondita, potrebbe interessarti l'applicazione della codifica binaria alla profondità di colore!


Se la guida è stata di tuo gradimento, aiutaci a migliorare con un click premendo sull'immagine sottostante e votandoci! :D
Immagine


Torna a “Elettronica Digitale”