The Best Geek Forum

Sua sorella muore, salta il colloquio con Google ma arriva una sorpresa

In questa sezione tratteremo di argomenti di attualità commentandoli insieme nel rispetto reciproco. E che Dio ce la mandi buona!

Moderatore: Moderatore in prova

Techno Gaming ha scritto:forse mi sono espresso male; ciò che intendevo dire è che se non si mantiene un rapporto "distaccato" si rischia di incorrere in quello che ho scritto sopra. Se si mischiano amicizia e lavoro, va tutto a farsi benedire perchè ci si fa coinvolgere troppo dal punto di vista emotivo. Questo è il mio punto di vista magari sbaglio
Infatti ho detto che l'amicizia è una cosa e il lavoro un'altra: possono esistere rapporti di amicizia e lavoro con le stesse persone, ma devono viaggiare su pianali diversi, senza mischiarli, non necessariamente l'una esclude l'altra.

MM
Michele Mignogna ha scritto: Infatti ho detto che l'amicizia è una cosa e il lavoro un'altra: possono esistere rapporti di amicizia e lavoro con le stesse persone, ma devono viaggiare su pianali diversi, senza mischiarli, non necessariamente l'una esclude l'altra.
MM
Secondo me no, cioè non è detto che il lavoro e la passione per una stessa "Materia" non porti all'amicizia, o magari il contrario.
Virgula ha scritto:
Michele Mignogna ha scritto: Infatti ho detto che l'amicizia è una cosa e il lavoro un'altra: possono esistere rapporti di amicizia e lavoro con le stesse persone, ma devono viaggiare su pianali diversi, senza mischiarli, non necessariamente l'una esclude l'altra.
MM
Secondo me no, cioè non è detto che il lavoro e la passione per una stessa "Materia" non porti all'amicizia, o magari il contrario.
Guarda Virgula, forse mi hai frainteso: intendo dire che il lavoro non deve essere condizionato dall'amicizia e viceversa, non ho citato che "Il lavoro non porta all'amicizia o viceversa". Devono viaggiare a sè stanti, altrimenti è "amicizia applicata al lavoro", oppure "lavoro applicato all'amicizia", e lavorativamente e amichevolmente non è giusto.

MM
Michele Mignogna ha scritto: Guarda Virgula, forse mi hai frainteso: intendo dire che il lavoro non deve essere condizionato dall'amicizia e viceversa, non ho citato che "Il lavoro non porta all'amicizia o viceversa". Devono viaggiare a sè stanti, altrimenti è "amicizia applicata al lavoro", oppure "lavoro applicato all'amicizia", e lavorativamente e amichevolmente non è giusto.

MM
Maestro, mi scusi per averla fraintesa! :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo:
Virgula ha scritto:
Michele Mignogna ha scritto: Guarda Virgula, forse mi hai frainteso: intendo dire che il lavoro non deve essere condizionato dall'amicizia e viceversa, non ho citato che "Il lavoro non porta all'amicizia o viceversa". Devono viaggiare a sè stanti, altrimenti è "amicizia applicata al lavoro", oppure "lavoro applicato all'amicizia", e lavorativamente e amichevolmente non è giusto.

MM
Maestro, mi scusi per averla fraintesa! :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo:
Signor A.M. (ove A.M. sta per Alunno Maldestro) questo affronto non doveva farmelo, domani in classe accompagnato dai genitori ahahahahah :D :D :D :D . Ovviamente scherzo, non sono un maestro, non sono un Dio, non sono nessuno, anzi, "sono tutto e non sono nessuno". Sono semplicemente una persona che guarda il mondo così come è, che cerca di trarre sempre la ragione dai contesti, e che ha la testa in alto e i piedi per terra, preferisco il profilo basso e procedo sempre con modestia. Penso che sia la vera ricetta per avere successo nella vita, per essere amato ed apprezzato da tutti, ma non mi dilungo più di tanto onde andare offtopic. Buone cose Virgula!!!! :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo:

MM
Techno Gaming ha scritto:forse mi sono espresso male; ciò che intendevo dire è che se non si mantiene un rapporto "distaccato" si rischia di incorrere in quello che ho scritto sopra. Se si mischiano amicizia e lavoro, va tutto a farsi benedire perchè ci si fa coinvolgere troppo dal punto di vista emotivo. Questo è il mio punto di vista magari sbaglio
Si è giusto quello che dici ma guarda anche questo caso in particolare, Peter ha già un posto di lavoro ma ha anche un figlio autistico e il lavoro presso Google gli permetterebbe di assisterlo, quindi un motivo in più per spingere Google ad intraprendere questa decisione che forse sarebbe stata diversa se suo figlio non fosse stato autistico!
Michele Mignogna ha scritto: Signor A.M. (ove A.M. sta per Alunno Maldestro) questo affronto non doveva farmelo, domani in classe accompagnato dai genitori ahahahahah :D :D :D :D . Ovviamente scherzo, non sono un maestro, non sono un Dio, non sono nessuno, anzi, "sono tutto e non sono nessuno". Sono semplicemente una persona che guarda il mondo così come è, che cerca di trarre sempre la ragione dai contesti, e che ha la testa in alto e i piedi per terra, preferisco il profilo basso e procedo sempre con modestia. Penso che sia la vera ricetta per avere successo nella vita, per essere amato ed apprezzato da tutti, ma non mi dilungo più di tanto onde andare offtopic. Buone cose Virgula!!!! :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo: :yahoooooo:

MM
Mi sono commosso, che poeta!